Archivi tag: Inter

LE MAGLIE NEW BALANCE DELL’INTER IMMAGINATE DA RUPERTGRAPHIC

Negli ultimi mesi sono state tante le voci riguardanti lo sponsor tecnico dell’Inter della stagione 2020 2021. Il contratto tra il biscione e Nike è giunto alla sua conclusione, sugellata da una maglia mashup speciale che ha celebrato i 20 anni della partnership.

Una divisa molto particolare che doveva esser dedicata solo al Derby di Milano ma che poi abbiamo visto più volte in campo, oltre che in giro per la città, indossata durante la Milano Fashion Week.

Ma oggi siamo qui per discutere dei rumors che parlano di un possibile accordo tra New Balance e Inter per la stagione 2020 2021. Come vedreste il brand americano sul petto dei nerazzurri? Il Designer Rupertgraphic nei mesi (e anni) passati ha proposto diverse possibili maglie dell’FC Internazionale accompagnate dal marchio NB. Ecco alcune maglie dell’Inter targate New Balance!

Acquisto maglie calcio online,maglia Inter replica personalizzate,per fornire il miglior servizio al prezzo più basso. Benvenuti a questo acquisto.

NIKE, LE TRE MAGLIE DELL’INTER 2019/20

Dopo tanti leak online che ne hanno anticipato l’uscita, Nike svela ufficialmente la nuova maglia home dell’Inter. A presentarla le ragazze dell’Inter, neo promosse in Serie A. Ecco le nuove maglie Inter 2019 2020.

Maglie Inter 2019 2020 | La divisa home

Le nuove maglie di casa dell’Inter per la stagione 2019/20 presentano importanti novità rispetto agli ultimi anni: le strisce nerazzurre verticali di una tonalità più chiara, simile alla divisa del 2006 2007, vengono interrotte all’altezza dello sponsor Pirelli, da 8 strisce diagonali nere e azzurre.

Un allontanamento dalla tradizione che inizialmente è stato poco apprezzato dai tifosi interisti ma che una volta uscite le prime foto ufficiali ha trovato parecchi pareri favorevoli. L’ispirazione per questa maglia è la maglia away che i nerazzurri hanno indossato nella stagione 1989-1990.

Maglie Inter 2019 2020 | I dettagli

Il Logo dell’Inter spicca sulla divisa grazie al bordino in rilievo, mentre all’interno della maglia è presente un dettaglio che sottolinea il legame con la città di Milano e un omaggio alla tradizione del club: la Croce di San Giorgio arricchita dalla scritta “Internazionale”, da una stella e dal“1908” in onore all’’anno di fondazione dell’Inter.

Completano la divisa pantaloncini neri e calzettoni nerazzurri spezzati da una striscia orizzontale bianca. Gli sponsor rimarranno gli stessi: Pirelli sul fronte, in prossimità proprio delle strisce diagonali, e Driver sulla parte bassa del retro della divisa.

Acquisto maglie a poco prezzo online,maglia Inter replica personalizzate,per fornire il miglior servizio al prezzo più basso. Benvenuti a questo acquisto.

Lucio: ‘Che errore andare alla Juve! Tutta colpa di Branca… Conte? Nessun rancore, è l’uomo giusto per l’Inter’

Lucio: 'Che errore andare alla Juve! Tutta colpa di Branca... Conte? Nessun rancore, è l'uomo giusto per l'Inter'

In vista del derby di Milano, in programma domani sera, Lucio, ex difensore dell’Inter, che attende il Milan, parla del suo passato in nerazzurro a la Gazzetta dello Sport: “La notte di Madrid non si può dimenticare, ma tutta quella stagione fu incredibile: in testa avevamo solo l’idea di vincere e ci riuscimmo. Il ritiro? Sono felice di tutto quello che ho vissuto in carriera, ora mi dedicherò molto di più alla famiglia. Quest’anno starò in Brasile con loro, ma ho già l’idea di venire in Europa a studiare per restare nel calcio. Una cosa è giocare, un’altra allenare”.

SUL DERBY – “È una partita speciale tra due grandi squadre con grandi tifoserie: i miei derby li ricordo bene, ne ho giocati 5 e vinti 4. Forse portavo fortuna… L’atmosfera del Meazza è bellissima, i tifosi si comportano bene, c’è grande rispetto tra la gente. Per me Inter-Milan è il “clasico” più importante del mondo”-

IL 4-0 – “Fu una partita pazzesca: Sneijder era appena arrivato e fece la differenza, Maicon e Thiago Motta segnarono e giocarono molto bene. Non era un risultato qualunque per un derby ma avevamo dimostrato di essere molto più forti. Avevamo più qualità e fu una partita chiave della stagione”.

SULLA JUVE – “Fu un errore. Nel 2012 era cambiato tutto, c’era un allenatore, Stramaccioni, che mi diceva di restare ma non era ciò che voleva. Infatti ogni 10 minuti mi chiamava Branca e mi diceva di trovarmi una squadra. Non era facile dopo tutto quello che avevo fatto all’Inter. Non arrivavano contratti forti, all’ultimo giorno non avevo altre opzioni: il mio manager mi disse di andare alla Juve. Ma è stata una decisione sbagliata”.

SU CONTE – “Di Conte dico che è un buon allenatore, quello che è successo ci poteva stare. Bonucci rischiava una lunga squalifica e Conte mi disse che avrei giocato io, poi non è successo e non ho trovato spazio. Sono stato poco alla Juve, non ho provato per i bianconeri quell’affetto che ho sentito sempre nei confronti dell’Inter”.