Archivio mensile:febbraio 2020

CALCIOMERCATO JUVENTUS: PARATICI PESCA IN SERIE B, NEL MIRINO UN ATTACCANTE

Si tratta di Milos Bocic, classe 2000 che gioca con il Pescara

calciomercato juventus bocic

La Juventus ha messo nel mirino per il prossimo calciomercato estivo il centravanti Milos Bocic, classe 2000 che si è messo in mostra con la maglia del Pescara. Nell’attuale campionato di Serie B, il ragazzo ha collezionato 5 presenze condite da un gol e un assist. La Juve così come altri top club si sono messi sulle sue tracce, ma per il cartellino devono parlarne con l’Udinese, che lo ha prestato al club abruzzese l’estate scorsa. Ai bianconeri piace molto per la sua predisposizione a svolgere più ruoli: sia quello di attaccante centrale, sia da esterno offensivo, destro o sinistro.

Calciomercato Juventus: Bocic osservato speciale

Secondo quanto riferisce calciomercato.com, la Juventus si è già informata approfittando di alcuni contatti con Pescara e Udinese nell’ambito della sessione invernale del calciomercato. In questi mesi, gli uomini di Fabio Paratici continueranno a seguire Bocic per poi decidere se bloccarlo in estate. Gli addetti ai lavori sono sicuri si tratti di un talento dal grande futuro e se la Vecchia Signora riuscisse ad assicurarselo, metterebbe nella propria scuderia un altro millennial molto forte dopo Kulusevski.

SARRI “CHIAMA” JORGINHO ALLA JUVE, PJANIC SCARICATO A GIUGNO?

Il tecnico della Juventus vorrebbe avere un regista più adatto al suo credo, l’ammissione dell’agente di Jorginho

jorginho sarri juve

Maurizio Sarri non ha mai abbandonato il sogno di poter tornare a lavorare con Jorginho e secondo le ultime indiscrezioni, lo avrebbe anche chiesto espressamente alla Juve. Dopo l’esperienza comune al Napoli e al Chelsea, le strade dei due si sono separate e da quando è alla Continassa, il tecnico sta cercando di plasmare Miralem Pjanic ad immagine e somiglianza del regista italo-brasiliano. I risultati sono stati fin qui altalenanti e non è da escludere, appunto, che Jorginho torni prepotentemente di moda a giugno.

Nonostante l’ex calciatore del Napoli e attuale regista del Chelsea abbia un contratto con i Blues fino al 2023, si starebbe guardando attorno in vista della prossima stagione. A 28 anni, infatti, Jorginho vuole lottare per alzare al cielo qualche trofeo e il progetto tecnico del club londinese sembra sia ancora lontano dai vertici del calcio inglese e internazionale. In questa stagione l’italo-brasiliano ha collezionato 32 presenze, condite da 7 gol e 2 assist, mentre in 28 presenze Pjanic ha messo insieme 4 reti e 4 assist.

LA JUVENTUS RINNOVA CON I SENATORI: MATUIDI A FEBBRAIO, BUFFON A MARZO

Tra febbraio e marzo la Juve rinnoverà i contratti di due elementi importanti per lo spogliatoio di Sarri

matuidi buffon rinnovi juventus

Ok ai giovani, ma servono anche i calciatori esperti e la Juventus sta lavorando per assortire alla perfezione il puzzle della rosa per il prossimo anno. Sono in arrivo, infatti, i rinnovi di contratto per Blaise Matuidi, 33 anni ad aprile, e Gianluigi Buffon (42). Società e allenatore sono perfettamente in sintonia sul fatto che questi due elementi siano ancora utili in campo e nello spogliatoio bianconero, ragion per cui non c’è ragione che partano. Entrambi hanno il contratto in scadenza a giugno prossimo, ma le due situazioni sono leggermente diverse.

Juventus-Matuidi: scatta la clausola

Nel contratto siglato con Matuidi tre anni fa esiste una clausola per il rinnovo automatico fino al giugno del 2021 e la Juve ha tutte le intenzioni di avvalersene. Il campione del mondo francese, dunque, nonostante negli ultimi tempi sia stato superato nelle gerarchie dal connazionale Rabiot, giocherà con la Vecchia Signora un’altra stagione. Alla lunga, ha detto ieri Sarri in conferenza stampa, la quantità e l’esperienza di Matuidi sono molto utili alla squadra, ragion per cui ha dato il suo ok al prolungamento. Guadagnerà esattamente quanto percepisce oggi: 3,5 milioni di euro più bonus.

Buffon rinvia ancora la scrivania

Quanto a Buffon, l’appuntamento è fissato per la fine del mese prossimo, come confermato nei giorni scorsi dal suo agente Silvano Martina: “Con la società ci siederemo intorno a un tavolo fra fine marzo-inizio aprile per valutare gli scenari futuri”. Il procuratore di “SuperGigi” non sembra volersi sbilanciare, ma il suo assistito lo ha già fatto: sostenendo di non avvertire segni di logoramento, il numero 77 della Juventus ha lasciato intendere che giocherà almeno un altro anno e che l’appuntamento con la scrivania è ancora rinviato. “Arriviamo a marzo-aprile e se non ci sarà un crollo verticale… Rimango coerente con quello che sento. Aspettiamo e guardiamo, se non c’è il crollo andremo avanti se no mi fermerò e non ci sarà problema”, le parole di Buffon. Per lui un nuovo contratto fino al 2021 con stipendio da 1,5 milioni più bonus.

Acquisto maglie calcio replica online,maglia Juventus replica personalizzate,per fornire il miglior servizio al prezzo più basso. Benvenuti a questo acquisto.

TUTTO MERCATO JUVENTUS: IDEA MERTENS A PARAMETRO ZERO

Il belga ritroverebbe Sarri dopo l’esperienza di Napoli

tutto mercato juventus mertens

La Juventus pensa a Dries Mertens per la prossima stagione. Sempre a caccia di parametri zero, il responsabile dall’area tecnica bianconera, Fabio Paratici, su indicazione di Maurizio Sarri, avrebbe messo nel mirino l’attaccante belga che a maggio compirà 33 anni. La dirigenza bianconera avrebbe preso i primi contatti con l’agente del calciatore, che non ha al momento intenzione di prolungare il contratto con il Napoli, in scadenza a giugno prossimo. Tra campionato e Champions League, in questa stagione Mertens ha collezionato fin qui 23 presenze, condite da 10 gol e 4 assist.

Appena rientrato dopo un lungo infortunio, il centravanti belga è tornato subito al gol, ma non ha ancora deciso il suo futuro. Secondo Tuttomercatoweb, oltre alla Juventus sulle sue tracce ci sarebbero anche Roma e Inter. Maurizio Sarri vedrebbe di buon occhio la possibilità di riavere a disposizione Mertens, ma ci sono diversi a spetti che non convincono. A partire dall’età del calciatore, non più un ragazzino, e dal ruolo: di attaccanti esterni la rosa bianconera è satura e se proprio a giugno partiranno elementi importanti in quelle posizioni, sarà solo per sostituirli con elementi più giovani.

DYBALA-JUVENTUS 2025: SI TRATTA

Dopo i tentativi di cessione estivi, la dirigenza Juve si sarebbe convinta a blindare Paulo Dybala

dybala juventus rinnovo 2025

Paulo Dybala da indesiderato ad elemento imprescindibile per la Juventus. Tanto che Fabio Paratici è già al lavoro con gli agenti del numero 10 per il prolungamento del contratto. L’attuale accordo è valido fino al giugno del 2022 per uno stipendio da 7 milioni di euro più bonus. Gli ultimi innesti, da Ramsey a de Ligt passando per Rabiot, hanno però innalzato e non poco il tetto ingaggi bianconero e se davvero dovrà rimanere a Torino, per il vice-capitano della Signora servirà un ingaggio adeguato.

Contatti avviati da tempo tra le parti, con ottimismo traspare sia da parte del giocatore sia della società. Dybala chiede tramite il suo entourage un aumento fino a 10 milioni annui, con la nuova scadenza che dovrebbe essere il 2025. Niente da fare, dunque, per quei club che speravano ancora in un atteggiamento di chiusura da parte della Juventus nei confronti de la Joya. In fila c’erano i due club di Manchester, Real Madrid, Atletico e Paris Saint Germain, che già in estate avevano fatto un tentativo, assieme al Tottenham.

Serie A: tutte le probabili formazioni della 23ª giornata

Dopo la sconfitta della Roma all’Olimpico con il Bologna, si continua con il Napoli che ospita il Lecce per vincere la terza di fila, mentre la Lazio è impegnata al Tardini di Parma. Trasferta a Verona per la Juve, mentre a chiudere sarà il derby di Milano tra Inter e Milan

Serie A: tutte le probabili formazioni della 23ª giornata

ROMA – La 23ª giornata di Serie A si è aperta allo stadio Olimpico dove la Roma ha perso contro il Bologna di Mihajlovic per 3-2. Si continua, invece, con tre partite al sabato: la Fiorentina al Franchi contro l’Atalanta che vincendo si porterebbe da sola al quarto posto, la sfida tra il nuovo Torino di Moreno Longo e la Sampdoria di Ranieri e quella della Juventus al Bentegodi con il Verona di Juric per una trasferta molto insidiosa per i bianconeri. Si continua con il lunch match di giornata che vedrà di fronte Spal e Sassuolo con i neroverdi reduci dalla bella vittoria contro la Roma e che vorranno continuare, ma la squadra di Semplici in casa ha bisogno di punti salvezza. Sono tre, invece, le sfide in programma per le 15: Brescia-UdineseGenoa-Cagliari e Napoli-Lecce. Gli azzurri di Gattuso stanno provando ad uscire dal tunnel e battendo il Lecce di Liverani al San Paolo potrebbero mettere in fila la terza vittoria che sarebbe l’ideale in vista dell’andata di Coppa Italia contro l’Inter della prossima settimana. Alle 18 la Lazio fa visita al Parma per ricominciare la corsa dopo lo 0-0 contro il Verona e non lasciasi sfuggire l’occasione di restare a contatto con la Juve e l’Inter in classifica. In serata il big match di giornata, il derby tra Inter e Milan in un Meazza stracolmo.

PROBABILI FORMAZIONI FIORENTINA ATALANTA (ORE 15)

FIORENTINA (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Ger.Pezzella, Igor; Lirola, Benassi, Pulgar, Castrovilli, Dalbert; Chiesa, Cutrone. ALL.: Iachini. A DISP.: Terracciano, Caceres, Venuti, Terzic, Dalla Mura, Agudelo, Ceccherini, Brancolini, Badelj, Ghezzal, Sottil, Vlahovic. INDISPONIBILI: Duncan, Kouamé, Ribery. SQUALIFICATI: -.

ATALANTA (3-4-1-2): Gollini; Toloi, Palomino, Djimsiti; Castagne, Pasalic, Freuler, Gosens; Gomez; Ilicic, D.Zapata. ALL.: Gasperini. A DISP.: Sportiello, Rossi, Caldara, Czyborra, Bellanova, Hateboer, Malinovskyi, Tamère, Colley, Muriel. INDISPONIBILI: Sutalo. SQUALIFICATI: De Roon.

Diretta Fiorentina-Atalanta ore 15: probabili formazioni e dove vederla in tv

I viola ricevono la formazione di Gasperini per il 23° turno del campionato di Serie A

Diretta Fiorentina-Atalanta ore 15: probabili formazioni e dove vederla in tv

FIRENZE – La Fiorentina ospita l’Atalanta al Franchi per il turno 23 di Serie A. La formazione viola ha perso in casa della Juventus nell’ultimo turno dopo 4 risultati utili in campionato ed è in 14esima posizione in classifica con 25 punti. In casa, ha collezionato solo tre vittorie su 11 partite, con 4 pari e 4 sconfitte. L’Atalanta, invece, è quarta con la Roma a quota 39 ed è stata fermata dal Genoa (2-2 a Bergamo) dopo la vittoria incredibile sul campo del Torino. La squadra di Gasperini ha un ottimo rendimento esterno, con un solo ko in 11 trasferte.

Fiorentina-Atalanta, diretta tv e streaming

La partita tra Fiorentina e Atalanta è in programma alle ore 15 allo stadio Franchi di Firenze e sarà visibile in diretta tv su Sky Sport Serie A e Canale 251. La diretta streaming sarà disponibile sulla piattaforma Skygo.

Le probabili formazioni di Fiorentina-Atalanta

FIORENTINA (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Igor; Lirola, Benassi, Pulgar, Castrovilli, Dalbert; Cutrone, Chiesa. Allenatore: Iachini

ATALANTA (3-4-1-2): Gollini; Toloi, Palomino, Djimsiti; Castagne, Pasalic, Freuler, Gosens; Gomez; Ilicic, Zapata. Allenatore: Gasperini

ARBITRO: Mariani di Aprilia

US SASSUOLO, RESTYLING STEMMA E CONCEPT KIT BY RUPERTGRAPHIC

Sportika prima, e Kappa poi, hanno sempre badato al sodo e non hanno stravolto la struttura della maglia – giustamente: essendo un squadra giovane per i grandi palcoscenici, puntava sulla propria presenza visiva per affermarsi. Anche io mi son allineato a questa idea, non credo che il Sassuolo debba stravolgere la propria divisa, non ora. Ma sicuramente potrebbe scegliere di dare un tocco di personalità, di carattere in più.

Ccome esperimento mi sono immaginato un tris basato sul modello Tango di Adidas, tanto caro ai nostalgici, un modello che da solo trasforma la maglia già in un oggetto cult.

La prima Maglia, tre strisce nere e 4 verdi, spalle nere con le 3 stripes tipiche in verde, stemma centreale e sponsor in flock bianco.

US Sassuolo logo: i kit away e third

La seconda, base bianca con gessatura leggera, spalle banche con stripes verdi esterne e nera al centro. Stemma centrale e sponsor in flock verde.

La terza ripropone un base blu navy, applicazioni e stripes in verde, stemma monocromatico bucato e stampa di una porzione di affresco del castello di Spezzano, che ripropone un veduta su Sassuolo a fine del 1500. Questa scelta nasce dal voler veicolare un po’ di storia e di cultura locale al grande pubblico del calcio.

Acquisto maglie calcio replica online,maglia sassuolo personalizzate,per fornire il miglior servizio al prezzo più basso. Benvenuti a questo acquisto.

NIKE MERLIN, IL NUOVO PALLONE DELLA SERIE A 2019/20

L’attesa, quest’anno, è stata più lunga del solito ma finalmente ci siamo: Nike Merlin è il nuovo pallone Serie A 2019-2020, lanciato proprio alla vigilia della prima giornata di campionato.

Nike Merlin, il pallone Serie A 2019-2020

Ai più Nerds non sfuggirà che il nome, Merlin, è un omaggio allo storico pallone Nike Geo Merlin di inizio anni Duemila.

Tecnicamente, il Nike Merlin 2019-2020 è composto da soli quattro pannelli termosaldati, in modo da offrire ai giocatori una più ampia superficie da colpire, per aumentare precisione e controllo.

Confermate le ormai storiche scanalature Nike Aerowtrack, studiate per una migliore traiettoria nella fase di volo.

pallone serie a 2019-2020

Le novità del pallone Serie A 2019-2020: Urban Grip

Le maggiori novità del Nike Merlin 2019-2020 sono però quelle relative alla superficie.

Il nuovo pallone della Serie A è dotato – infatti – di Urban Grip, una versione aggiornata della tecnologia Nike ACC (All Conditions Control), studiata per garantire maggiore trazione su tutte le superfici e in qualsiasi condizione atmosferica.

La camera d’aria in lattice è avvolta in speciali materiali brevettati, in modo da favorire una pressione dell’aria più costante e per mantenere una forma perfetta.

Nike Merlin Serie A 2019-2020: il look

Altro particolare interessante (nonostante il Merlin sia anche il pallone della Premier League, nella foto sotto) è il look completamente nuovo ed “autonomo”, diverso cioè nel design e non solo nei palloni rispetto al “cugino” inglese.

nike merlin pallone premier league 2019-2020
La base del Nike Merlin Serie A 2019/20 è bianca, con una decorazione geometrica a triangoli neri, contornati di giallo, arancio e azzurro per una maggiore visibilità in tutti i momenti della gara.

IL NUOVO LOGO DELLA SERIE A 2019-2020

A poche giornate dal termine del campionato è stato presentato il nuovo logo della Lega Serie A, si tratta del secondo restyling consecutivo dopo quello dello scorso anno.

Il comunicato ufficiale lo descrive così: “La “A” rafforza la sua centralità ed è rappresentata come un diamante, perfetto e prezioso, ricco di sfaccettature che ne aumentano il valore e simboleggiano le squadre e i campioni che rendono unico il nostro Campionato. Alla base, la prospettiva dal basso disegna una piramide rovesciata, la cui punta si appoggia idealmente alla striscia tricolore che separa il logo dal nome Serie A”.

Logo Serie A Tim 2019-2020

“Il logo presentato oggi è un ulteriore passo verso la nuova identità di Lega Serie A, un brand storico riconosciuto in tutto il mondo da milioni di tifosi e appassionati – ha dichiarato il Presidente della Lega Serie A, Gaetano Miccichè -. Le nuove sfide da affrontare sono il raggiungimento dei mercati internazionali sempre più vasti e la riconoscibilità del nostro prodotto a livello globale”.

SONDAGGIO

Dopo l’ultima novità vogliamo sapere qual è il logo più bello fra quelli finora utilizzati in Serie A. Votate nel sondaggio in basso!