Da Ibra ad Askildsen, un altro mondo è sbarcato in Serie A

Yoshida (Samp) in Giappone è più famoso di Messi Pronti all’uso Tameze e Pereiro. E occhio a Dominguez

D i Ibra e Eriksen sappiamo già tutto, ma il gennaio di affari ha regalato alla Serie A un boom con trenta volti più o meno nuovi arrivati dall’estero. Va di moda il pronto all’uso: l’Inter ha fatto spesa grossa in Premier e insieme al danese sono atterrati a Milano due rinforzi d’esperienza come Young e Moses. Stesso vale per l’Ibra “iz back” coniato per il grande rientro in rossonero dello svedese, diventato una stella anche a Hollywood coi Galaxy.

UFFICIALE EMRE CAN AL BORUSSIA DORTMUND: LE CIFRE DELL’AFFARE

Il saluto del tedesco alla Juventus: “E’ stato un onore”

emre can ufficiale borussia dortmund

Emre Can è ufficialmente un calciatore del Borussia Dortmund. Superate le visite mediche, sia la Juventus che il club tedesco hanno diramato i rispettivi comunicati sul trasferimento. La formula è quella del prestito (1 milioni) con obbligo di riscatto fissato a 25 milioni pagabili in tre anni. “Juventus Football Club S.p.A. – si legge nella nota apparsa sul sito ufficiale del club bianconero – comunica di aver perfezionato l’accordo con la società Borussia Dortmund GmbH & Co. KGaA per la cessione a titolo temporaneo, fino al 30 giugno 2020, del diritto alle prestazioni sportive del calciatore Emre Can per un corrispettivo di € 1 milione pagabile nell’esercizio 2019/2020.”

“Il contratto – prosegue il comunicato – prevede, inoltre, l’obbligo per il Borussia Dortmund di acquisire il calciatore a titolo definitivo qualora vengano raggiunti determinati obiettivi sportivi nel corso dell’esercizio 2019/2020. Il corrispettivo della cessione a titolo definitivo è fissato a 25 milioni, pagabili in tre esercizi”. Dopo l’annuncio la Juve ha pubblicato sui propri canali social un video con i più bei momenti del centrocampista tedesco con la maglia bianconera.

PUMA, UNA MAGLIA SPECIALE PER I 120 ANNI DEL MILAN

Il 16 dicembre il Milan compie 120 anni. La società rossonera è una delle più gloriose e vincenti della storia del calcio e Puma, suo partner e sponsor tecnico, celebra il traguardo con una speciale maglia Milan 120 anni, a cui è abbinata anche una capsule collection.

Puma maglia Milan 120 anni

maglia milan 120 anni

La maglia è estremamente semplice, disegnata sulla base della divisa home di questa stagione, con girocollo nero e sottili strisce verticali rossonere.

Il logo societario, quello Puma e il main sponsor (Emirates Fly Better) sono qui dorati e in particolare il badge è realizzato in monocromatico, con la scritta “120” sotto il bordo inferiore.

Sulla parte frontale inferiore, a sinistra, all’interno delle strisce sono stampate – tono su tono – le parole del fondatore, Herbert Kilpin: “Saremo una squadra di diavoli. I nostri colori saranno il rosso come il fuoco e il nero come la paura che incuteremo agli avversari”.

Puma maglia Milan 120 anni

Altri particolari: sulle spalle, appena sotto il colletto, l’anno di fondazione e quello corrente sono impressi sempre in color oro, assieme al “diavoletto” anni 70-80 tornato di recente in voga sulle divise ufficiali Puma.

In basso a destra, sempre sulla parte frontale, una tag dorata reca il numero di serie progressivo della divisa.

Come già visto per altre squadre – infatti – verranno commercializzati solo 1899 esemplari della maglia, venduti in una speciale confezione.

Acquisto maglie a poco prezzo online,maglia Milan replica personalizzate,per fornire il miglior servizio al prezzo più basso. Benvenuti a questo acquisto.

ORSOLINI TORNA ALLA JUVENTUS: ACCORDO CON IL BOLOGNA PER IL CONTRORISCATTO

In estate Orsolini tornerà alla Juve per 26 milioni di euro

orsolini juventus bologna controriscatto

La Juventus ha deciso di riportare a casa Riccardo Orsolini: lo scrive oggi il Corriere di Torino. Il 23eenne attaccante esterno di Ascoli Piceno, dopo la parentesi non esaltante all’Atalanta, è giunto a piena maturazione quest’anno con la maglia del Bologna. Merito soprattutto di mister Mihajlovic, che è riuscito a motivarlo e impiegarlo come nessun altro negli ultimi anni. In questa stagione, Orsolini ha collezionato tra campionato e Coppa Italia 24 presenze, condite da 7 gol (17 reti nell’ultimo anno e mezzo) e 5 assist. Uno score di tutto rispetto e che avrebbe convinto Fabio Paratici a farlo rientrare nella rosa bianconera.

Acquistato dall’Ascoli a gennaio del 2017 per 6 milioni più 4 di bonus, Orsolini è rimasto fino al termine di quella stagione in Serie B nelle Marche. Nel campionato successivo è stato girato in prestito all’Atalanta, ma sotto la guida di Gian Piero Gasperini il ragazzo ha trovato pochissimo spazio, da qui la decisione di spostarlo a Bologna a gennaio 2018. Inizio in salita in rossoblu, ma il club emiliano ha creduto molto nel ragazzo che è cresciuto rapidamente e la ha deciso di riscattarlo al termine della passata stagione spendendo l’estate scorsa qualcosa come 15 milioni di euro (11 milioni di euro di plusvalenza per Paratici).

ORSOLINI: BRACCIO DI FERRO JUVENTUS-BOLOGNA, GLI EMILIANI FANNO RESISTENZA

La Juve vanta un accordo verbale per il controriscatto di Orsolini, ma le voci infastidiscono il Bologna

orsolini bologna juventus

La Juventus sembra aver deciso concretamente di riportare a Torino Riccardo Orsolini, ma il Bologna non è della stessa idea. Secondo quanto riferiscono diversi organi di stampa in queste ore, tra il club bianconero e quello emiliano ci sarebbe un po’ di tensione, per via di un accordo verbale di controriscatto dell’esterno d’attacco. Il Bologna ha riscattato Orsolini a giugno 2019 per 15 milioni di euro, ma la Juve è sicura di avere la possibilità di riprenderselo al termine di questa stagione per 26 milioni di euro, oppure a luglio 2021 per 30 milioni.

La crescita esponenziale del ragazzo, infatti, avrebbe convinto Fabio Paratici della bontà di un suo ritorno alla Juventus: Sarri lo valuterebbe e poi deciderebbe il da farsi, considerato che seppur per motivi opposti, Federico Bernardeschi e Douglas Costa non sono sicurissimi di restare. Al massimo, qualora Orsolini non rientrasse nei piani del tecnico bianconero, la Vecchia Signora potrebbe rivenderlo ad una cifra superiore a quella del riscatto. Un piano che non trova riscontro nella posizione del Bologna, il cui direttore sportivo Riccardo Bigon ha lasciato trasparire fastidio in merito a queste voci.

CALCIOMERCATO JUVENTUS: PARATICI PESCA IN SERIE B, NEL MIRINO UN ATTACCANTE

Si tratta di Milos Bocic, classe 2000 che gioca con il Pescara

calciomercato juventus bocic

La Juventus ha messo nel mirino per il prossimo calciomercato estivo il centravanti Milos Bocic, classe 2000 che si è messo in mostra con la maglia del Pescara. Nell’attuale campionato di Serie B, il ragazzo ha collezionato 5 presenze condite da un gol e un assist. La Juve così come altri top club si sono messi sulle sue tracce, ma per il cartellino devono parlarne con l’Udinese, che lo ha prestato al club abruzzese l’estate scorsa. Ai bianconeri piace molto per la sua predisposizione a svolgere più ruoli: sia quello di attaccante centrale, sia da esterno offensivo, destro o sinistro.

Calciomercato Juventus: Bocic osservato speciale

Secondo quanto riferisce calciomercato.com, la Juventus si è già informata approfittando di alcuni contatti con Pescara e Udinese nell’ambito della sessione invernale del calciomercato. In questi mesi, gli uomini di Fabio Paratici continueranno a seguire Bocic per poi decidere se bloccarlo in estate. Gli addetti ai lavori sono sicuri si tratti di un talento dal grande futuro e se la Vecchia Signora riuscisse ad assicurarselo, metterebbe nella propria scuderia un altro millennial molto forte dopo Kulusevski.

SARRI “CHIAMA” JORGINHO ALLA JUVE, PJANIC SCARICATO A GIUGNO?

Il tecnico della Juventus vorrebbe avere un regista più adatto al suo credo, l’ammissione dell’agente di Jorginho

jorginho sarri juve

Maurizio Sarri non ha mai abbandonato il sogno di poter tornare a lavorare con Jorginho e secondo le ultime indiscrezioni, lo avrebbe anche chiesto espressamente alla Juve. Dopo l’esperienza comune al Napoli e al Chelsea, le strade dei due si sono separate e da quando è alla Continassa, il tecnico sta cercando di plasmare Miralem Pjanic ad immagine e somiglianza del regista italo-brasiliano. I risultati sono stati fin qui altalenanti e non è da escludere, appunto, che Jorginho torni prepotentemente di moda a giugno.

Nonostante l’ex calciatore del Napoli e attuale regista del Chelsea abbia un contratto con i Blues fino al 2023, si starebbe guardando attorno in vista della prossima stagione. A 28 anni, infatti, Jorginho vuole lottare per alzare al cielo qualche trofeo e il progetto tecnico del club londinese sembra sia ancora lontano dai vertici del calcio inglese e internazionale. In questa stagione l’italo-brasiliano ha collezionato 32 presenze, condite da 7 gol e 2 assist, mentre in 28 presenze Pjanic ha messo insieme 4 reti e 4 assist.

LA JUVENTUS RINNOVA CON I SENATORI: MATUIDI A FEBBRAIO, BUFFON A MARZO

Tra febbraio e marzo la Juve rinnoverà i contratti di due elementi importanti per lo spogliatoio di Sarri

matuidi buffon rinnovi juventus

Ok ai giovani, ma servono anche i calciatori esperti e la Juventus sta lavorando per assortire alla perfezione il puzzle della rosa per il prossimo anno. Sono in arrivo, infatti, i rinnovi di contratto per Blaise Matuidi, 33 anni ad aprile, e Gianluigi Buffon (42). Società e allenatore sono perfettamente in sintonia sul fatto che questi due elementi siano ancora utili in campo e nello spogliatoio bianconero, ragion per cui non c’è ragione che partano. Entrambi hanno il contratto in scadenza a giugno prossimo, ma le due situazioni sono leggermente diverse.

Juventus-Matuidi: scatta la clausola

Nel contratto siglato con Matuidi tre anni fa esiste una clausola per il rinnovo automatico fino al giugno del 2021 e la Juve ha tutte le intenzioni di avvalersene. Il campione del mondo francese, dunque, nonostante negli ultimi tempi sia stato superato nelle gerarchie dal connazionale Rabiot, giocherà con la Vecchia Signora un’altra stagione. Alla lunga, ha detto ieri Sarri in conferenza stampa, la quantità e l’esperienza di Matuidi sono molto utili alla squadra, ragion per cui ha dato il suo ok al prolungamento. Guadagnerà esattamente quanto percepisce oggi: 3,5 milioni di euro più bonus.

Buffon rinvia ancora la scrivania

Quanto a Buffon, l’appuntamento è fissato per la fine del mese prossimo, come confermato nei giorni scorsi dal suo agente Silvano Martina: “Con la società ci siederemo intorno a un tavolo fra fine marzo-inizio aprile per valutare gli scenari futuri”. Il procuratore di “SuperGigi” non sembra volersi sbilanciare, ma il suo assistito lo ha già fatto: sostenendo di non avvertire segni di logoramento, il numero 77 della Juventus ha lasciato intendere che giocherà almeno un altro anno e che l’appuntamento con la scrivania è ancora rinviato. “Arriviamo a marzo-aprile e se non ci sarà un crollo verticale… Rimango coerente con quello che sento. Aspettiamo e guardiamo, se non c’è il crollo andremo avanti se no mi fermerò e non ci sarà problema”, le parole di Buffon. Per lui un nuovo contratto fino al 2021 con stipendio da 1,5 milioni più bonus.

Acquisto maglie calcio replica online,maglia Juventus replica personalizzate,per fornire il miglior servizio al prezzo più basso. Benvenuti a questo acquisto.

TUTTO MERCATO JUVENTUS: IDEA MERTENS A PARAMETRO ZERO

Il belga ritroverebbe Sarri dopo l’esperienza di Napoli

tutto mercato juventus mertens

La Juventus pensa a Dries Mertens per la prossima stagione. Sempre a caccia di parametri zero, il responsabile dall’area tecnica bianconera, Fabio Paratici, su indicazione di Maurizio Sarri, avrebbe messo nel mirino l’attaccante belga che a maggio compirà 33 anni. La dirigenza bianconera avrebbe preso i primi contatti con l’agente del calciatore, che non ha al momento intenzione di prolungare il contratto con il Napoli, in scadenza a giugno prossimo. Tra campionato e Champions League, in questa stagione Mertens ha collezionato fin qui 23 presenze, condite da 10 gol e 4 assist.

Appena rientrato dopo un lungo infortunio, il centravanti belga è tornato subito al gol, ma non ha ancora deciso il suo futuro. Secondo Tuttomercatoweb, oltre alla Juventus sulle sue tracce ci sarebbero anche Roma e Inter. Maurizio Sarri vedrebbe di buon occhio la possibilità di riavere a disposizione Mertens, ma ci sono diversi a spetti che non convincono. A partire dall’età del calciatore, non più un ragazzino, e dal ruolo: di attaccanti esterni la rosa bianconera è satura e se proprio a giugno partiranno elementi importanti in quelle posizioni, sarà solo per sostituirli con elementi più giovani.

DYBALA-JUVENTUS 2025: SI TRATTA

Dopo i tentativi di cessione estivi, la dirigenza Juve si sarebbe convinta a blindare Paulo Dybala

dybala juventus rinnovo 2025

Paulo Dybala da indesiderato ad elemento imprescindibile per la Juventus. Tanto che Fabio Paratici è già al lavoro con gli agenti del numero 10 per il prolungamento del contratto. L’attuale accordo è valido fino al giugno del 2022 per uno stipendio da 7 milioni di euro più bonus. Gli ultimi innesti, da Ramsey a de Ligt passando per Rabiot, hanno però innalzato e non poco il tetto ingaggi bianconero e se davvero dovrà rimanere a Torino, per il vice-capitano della Signora servirà un ingaggio adeguato.

Contatti avviati da tempo tra le parti, con ottimismo traspare sia da parte del giocatore sia della società. Dybala chiede tramite il suo entourage un aumento fino a 10 milioni annui, con la nuova scadenza che dovrebbe essere il 2025. Niente da fare, dunque, per quei club che speravano ancora in un atteggiamento di chiusura da parte della Juventus nei confronti de la Joya. In fila c’erano i due club di Manchester, Real Madrid, Atletico e Paris Saint Germain, che già in estate avevano fatto un tentativo, assieme al Tottenham.